La registrazione del marchio italiano

 In Marchi, News

Cosa succede dopo il deposito del marchio?

Una volta effettuato il deposito il marchio inizia il suo iter per raggiungere la registrazione.

Il marchio viene esaminato dall’Ufficio competente, che ha il compito di verificare se sussistono i requisiti di registrabilità del marchio.

Se il processo di registrazione si compie regolarmente la tutela retroagisce al momento del deposito. Questo significa che il marchio è protetto sin dal giorno del deposito della domanda.

Se la domanda di marchio passa l’esame dell’Ufficio, viene pubblicata sul bollettino marchi. A seguito della pubblicazione si apre un termine entro cui terzi possono presentare un’opposizione alla domanda affinchè il marchio non venga registrato.

Se nessuna opposizione viene presentata, il marchio è finalmente registrato!

I tempi per ottenere una registrazione possono variare in base a molti fattori: primo fra tutti il carico di lavoro dell’Ufficio che esamina le domande. Normalmente, il tempo medio di registrazione è di circa 6/8 mesi (se non vengono presentate opposizioni).

Molti titolari di marchi, a seguito del deposito ricevono comunicazioni ingannevoli in cui vengono richieste somme di denaro affinchè il marchio sia incluso in registri privati di dubbia, per non dire inesistente, utilità. Ovviamente tali comunicazioni devono essere ignorate dai titolari dei marchi, in quanto in caso di pagamento è praticamente impossibile riuscire ad ottenere indietro i soldi versati.

Nell’infografica che segue abbiamo sintetizzato l’iter di registrazione del marchio italiano:

registrazione marchio italiano

 

[Photo by Franck V. on Unsplash]

Post suggeriti

Leave a Comment

Contact Us

We're not around right now. But you can send us an email and we'll get back to you, asap.

Illeggibile? Cambia il testo. captcha txt

Inizia a digitare e premi Enter per effettuare una ricerca